Nel mondo Reale

Novità e bellezze sempreverdi dalla
Toscana che ci circonda

La Cucina Fiorentina

La Cucina Fiorentina

La Cucina Fiorentina

La cucina fiorentina è costituita principalmente da piatti poveri ereditati da una tradizione contadina, fatti con ingredienti semplici e locali; a basso costo e ideale per il riutilizzo degli avanzi, è ottima per la salute in quanto varia e ricca di verdure e legumi.

Gli ingredienti più usati della cucina fiorentina sono il pane, rigorosamente senza sale, l'olio extra-vergine d'oliva, i fagioli e la cacciagione. Le pietanze a base di carne si accompagnano bene con il vino rosso autoctono; il più famoso è quello del Chianti.

Vediamo quali sono i piatti più diffusi sulle tavole fiorentine che vale la pena provare.


I piatti tipici di Firenze

Antipasti

Vengono sempre serviti con fette di pane o coccoli (palline di pasta fritta) e sono perlopiù crudi e veloci da preparare. Farsi prendere dall'appetito e arrivare al primo già sazi è molto facile.

Salumi misti: forse l'antipasto più servito, è un piatto di vari tipi di affettati accompagnati da formaggi.

Pinzimonio: semplice, saporito e veloce da preparare. Si servono le verdure di stagione crude da inzuppare in una tazzina con olio d'oliva, sale e pepe.

Crostini di fegato: fette di pane tostato condite con una salsa di fegatini, capperi, acciuga, salvia e burro. Vengono serviti spesso con altri crostini come la bruschetta o i crostini con il ragù.


Primi Piatti

È diffuso l'uso della pasta fresca fatta in casa. Come si evince dalle ricette che seguono, sono molti e variegati i modi in cui i toscani si sono ingegnati per non buttare il pane del giorno prima.

Lasagne al forno: vengono preparate con strati di pasta fresca alternate a strati di besciamella e ragù. Ottime con del parmigiano grattugiato.

Gnudi: è il ripieno dei ravioli senza la pasta. Questi bocconcini saporiti si preparano con farina, spinaci, ricotta, uova, parmigiano e un pizzico di noce moscata. Buoni anche conditi con salsa al pomodoro, burro e salvia o ragù.

Pappa al pomodoro: nato come piatto di recupero del pane del giorno prima, è una zuppa di pane, pomodoro e basilico.

Pappardelle: strisce di pasta fresca condite con ragù di lepre, cinghiale o cervo.

Panzanella: piatto povero di derivazione contadina. Si prepara con il pane avanzato rimuovendo le croste e imbevendolo in acqua e un po' di aceto, per poi condirlo con basilico, olio, sale, pepe e verdure crude come cipolla, cetrioli e pomodoro.

Ribollita: è una minestra di cavolo nero, fagioli, cipolla, carote e pane.


Secondi Piatti

La cultura della caccia fa sì che la carne rossa abbondi sulle tavole fiorentine. Tutti questi piatti a base di carne si accompagnano bene con del vino rosso.

Trippa: si prepara con trippa lessata, carote, cipolle, sedano, pomodori pelati e alloro fatti cuocere nel vino bianco fino alla sua completa evaporazione e aggiungendo poi pepe nero, aglio, olio e parmigiano.

Bistecca alla fiorentina: forse il piatto fiorentino più famoso, è carne di manzo cotta alla brace e servita al sangue.

Peposo: è muscolo di manzo cotto nel vino a fuoco basso e servito con molto pepe.

Fegatelli: sono spiedini con fegato alternato a foglie d’alloro e crostini. Vengono cotti in forno o alla brace fino a far diventare il fegato tenero.


Contorni

I legumi, abbondantemente usati nelle ricette toscane, oltre ad essere un toccasana quando abbinati alle verdure, sono anche una risorsa importante di proteine, soprattutto se uniti ai secondi di carne di cui abbiamo appena parlato.

Fagioli all'uccelletta: fagioli cannellini cotti in acqua salata e conditi aglio, salvia e passata di pomodoro.

Fritto misto: melanzane, cipolle, zucchini, carciofi e fiori di zucca fritti in una pastella di olio e farina.


Dolci

La Toscana ha dolci tipici diversi in ogni città, come il Buccellato a Lucca e il Panforte a Siena; ad accomunarli tutti è comunque la leggerezza e la semplicità degli ingredienti di preparazione. Di seguito eccovi due dolci tipici ed esclusivi della città di Firenze, mentre il terzo è conosciuto in tutta la regione.

Schiacciata fiorentina: è una pasta fatta da un impasto di farina, uova, zucchero, sale, scorza d'arancia e vaniglia lasciato lievitare. Viene cosparsa di zucchero a velo e viene lasciata al centro la figura del giglio fiorentino. È tipico di Carnevale.

Schiacciata d'uva: è una schiacciata dolce cosparsa di uva cotta in forno insieme all'impasto. Il tutto viene cosparso con olio, zucchero e rosmarino.

Castagnaccio: viene fatto con farina di castagne e arricchito con pinoli, noci, uvetta e rosmarino.


Tutti questi piatti, come tutte le ricette semplici, sono realizzabili in numerose varianti, che cambiano a seconda degli ingredienti disponibili e delle abitudini della famiglia.

Forse Potrebbe
interessarti anche

La Cucina Fiorentina
I prodotti tipici di Prato